La Birra

Buona, artigianale e sana.Dalla fermentazione alla bottiglia tutti i miei esperimenti

La passione è cominciata assaggiando birre artigianali nelle birrerie. Chiaro, niente a che vedere con le birre pastorizzate. Poi girando su internet, mi imbatto in vere e proprie comunity di appassionati che si scambiano consigli, dritte e segreti. Ordino un fermentatore poi due poi tre e do il via alla produzione.

Qui di seguito i passaggi di come nasce la birra artigianale con il metodo del KIT, alla portata di tutti con riuscita garantita.

 

Prima fase

La fermentazione

Dopo una minuziosa sanificazione sia dell'attrezzatura che degli strumenti, si procede a fare la "cotta" che non è altro che la bollitura dei malti preparati. Una volta inserito il mosto raffreddato nel fermentatore ed aggiunto una buona acqua di fonte, si procede con l'aggiunta dello zucchero o di malto secco, ed infine con il lievito. Dopo circa 24 ore il lievito si "nutrirà" degli zuccheri e partirà la fermentazione come nel video
il travaso
seconda fase

il travaso

Dopo circa 7 giorni avviene il primo travaso. Lasciando su fondo tutti gli lieviti morti.
L'imbottigliamento
terza fase

L'imbottigliamento

Dopo altri 7 giorni, a fermentazione conclusa, si procede con un ulteriore travaso. A questo punto, lavate le bottiglie e disinfettate, si va avanti con l'imbottigliamento e con l'aggiunta di ulteriore zucchero per effettuare il "priming". Il "priming" è la procedura che permette alla birra di fare la carbonizzazione (le bollicine che la caratterizzeranno)
L'invecchiamento
quarta fase

L'invecchiamento

Adesso dobbiamo aspettare, la birra invecchia dai 2 mesi ad 1 anno. Più si aspetta più è buona!

Tutte le qualità

Eccole!!!!

Cüeusa

Cüeusa

Luppoli della Nuova Zelanda per una Weiss di grano
Stancaçervelli

Stancaçervelli

Mexican della miglior qualità!
Basüra

Basüra

"Strega", la Blanche Belga invernale
Lìngera

Lìngera

Bitter English, la rossa dei fumosi pub londinesi